BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SIRIA/ Padre Hannah rimane nel convento ma non è agli arresti domiciliari

Pubblicazione:mercoledì 15 ottobre 2014

Immagine di archivio Immagine di archivio

Il vicario apostolico di Aleppo dei Latini, monsignor Georges Abou Khazen, parlando con il sito di informazione Asianews, ha spiegato che il frate rapito nelle scorse settimane e poi liberato, sta bene. Padre Hannah riisiede nel suo convento, ha detto, ma non è vero che si trovi agli arresti domiciliari come era stato invece detto. E' libero di muoversi e visitare le parrocchie della zona. Ha anche fatto  sapere di non voler lasciare la sua comunità nonostante il brutto episodio di cui è stato vittima. L'unica imposizione che ha è quella di non lasciare la Siria. Padre Hannah sta anche aspettando di incontrare l'emiro della zona, che comanda le milizie di Al Qaeda che hanno occupato il villaggio di Knayeh e che lo hanno rapito. Durante quei giorni, ha detto lo stesso padre Hannah, nessuno è stato in grado di dirgli il motivo del suo rapimento. Anche i venti cristiani che erano stati rapiti insieme a lui sono stati rilasciati. 



© Riproduzione Riservata.