BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

STATO ISLAMICO/ Fucilato e crocifisso: jihadisti giustiziano una spia

Fucilato e poi crocifisso: la sentenza eseguita dai miliziani di Isis nei confronti di un uomo accusato di essere uan spia. Le milzie alleate dei curdi invece giustiziano due islamici

Immagine di archivio Immagine di archivio

Cronache di normale crudeltà nei territori insanguinati tra Siria e Iraq. I miliziani di Isis hanno giustiziato un loro appartenente perché accusato di essere una spia. Dopo avergli sparato ne hanno crocifisso il corpo in pubblico in un villaggio del nord della Siria. L'uomo era stato accusato di filmare postazioni militari di Isis dietro pagamento. Il corpo rimarrà appeso per tre giorni come vuole la consuetudine. Da parte loro appartenenti a un gruppo di miliziani della Brigata rivoluzionaria di Raqqa che combattono insieme ai curdi  hanno giustiziato due appartenenti a Isis di cui uno sembra minorenne nelle vicinanze di Kobane dove si combatte da tempo una furiosa battaglia. Secondo le ultime notizie che arrivano dal fronte, i curdi sarebbero quasi del tutto riusciti a riconquistare la città di Kobane. 

© Riproduzione Riservata.