BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

INGHILTERRA/ Uccise e fece a pezzi la fidanzata: minorenne condannato a 25 anni di carcere

Condannato a 25 anni di carcere per aver ucciso la fidanzata e averla fatta a pezzi: è il caso di un minorenne inglese che in caso di maggiore età avrebbe preso l'ergastolo

Immagine di archivioImmagine di archivio

Dopo averla uccisa, la fece a pezzi staccandole braccia e gambe, ne avvolse i resti con il nastro adesivo e li mise in alcuni sacchetti della spazzatura. Al tempo dell'orribile omicidio Steven Miles aveva solo 16 anni, la sua ragazza, Elizabeth Thomas ne aveva 17. Per farne a pezzi il corpo aveva usato gli strumenti di lavoro del padre, un chirurgo. Adesso il giovane, ancora minorenne, è stato condannato a 25 anni di carcere: la diagnosi medica fatta nei suoi confronti ha stabilito che soffre di autismo, è convinto di aver un alter ego di nome Ed che gli ha ordinato di fare quello che ha fatto. Non solo: Steven Miles era un appassionato del noto telefilm Dexter, in onda anche in Italia, che racconta la vita di un serial killer che fa a pezzi le proprie vittime: durante il processo è emerso che ne voleva emulare le gesta. Il giudice che lo ha condannato ha detto che se Miles fosse stato maggiorenne, sarebbe stato senz'altro condannato all'ergastolo. Durante la lettura della sentenza il ragazzo non avrebbe mostrato alcun segno di emozione.

© Riproduzione Riservata.