BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CHIESA ANGLICANA/ Il sondaggio: il 2% dei sacerdoti inglesi non crede in Dio

Pubblicazione:martedì 28 ottobre 2014 - Ultimo aggiornamento:martedì 28 ottobre 2014, 15.54

Immagine di archivio Immagine di archivio

Sembra uno scherzo, eppure un sondaggio eseguito da YouGov tra i sacerdoti della Chiesa d'Inghilterra, ha rivelato percentuali inquietanti. Quello che dovrebbe essere il requisito minimo per essere un prete, credere cioè in Dio, per il 2% è invece inutile. Questa percentuale infatti si dichiara convinta che Dio non sia altro che una invenzione dell'uomo. Il 16% dei sacerdoti anglicani inglesi invece non ha una opinione precisa riguardo a Dio. Stupisce anche vedere che i più incerti e insicuri sono i sacerdoti da lungo tempo, il 72% di coloro ordinati negli anni sessanta, mentre tra coloro ordinati dal 2011 oggi il 90% si dice certo dell'esistenza di Dio. Il 3% dei preti inglesi poi crede in una specie di forma spirituale, una forza vitale e il 9% si dice incapace di immaginare come sia Dio. Oltre al sondaggio, il quotidiano inglese The Independent riporta anche l'opinione del Reverendo David Peterson, un sacerdote della Chiesa di Inghilterra oggi in pensione, che dice che non c'è alcun conflitto tra essere un prete e non essere capace di credere in Dio: una volta che hai capito che la religione è una invenzione umana, dice, allora predicare per un sacerdote diventa come insegnare arte o letteratura, un modo importantissimo cioè per capire te stesso. Altri, come Alison Ruoff, una donna prete, dicono che è inaccettabile essere sacerdoti e non credere in Dio: i preti oggi fanno solo un tipo di insegnamento sociale e civile, sèiega, ma ci si aspetta ben di più da un prete.



© Riproduzione Riservata.