BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESTERI COSA?/ La "nuova Mogherini": una ragazza di belle speranze, buoni studi e maniere

Pubblicazione:

Federica Mogherini (S) (Infophoto)  Federica Mogherini (S) (Infophoto)

Fedele in questo alla parte migliore del suo itinerario formativo, Renzi pensa a una politica estera che, secondo il profetico insegnamento di Giorgio La Pira, vede il Mediterraneo non come problema bensì come grande risorsa e vocazione del nostro Paese. Per parte nostra siamo del tutto d'accordo. Non ci pare però che Renzi tenga conto della complessa e impegnativa virata che si deve imprimere alla politica estera del nostro Paese per riorientarla in tal senso dopo i decenni di assoggettamento agli interessi "atlantici" che sono inevitabilmente seguiti alla vittoria alleata nella seconda guerra mondiale. Una virata che beninteso occorre fare evitando dannose lacerazioni con il Nord Europa atlantico e il suo Grande Fratello americano. E tutto questo nel quadro del radicale cambiamento degli interessi strategici di Washington seguito allo sviluppo negli Usa dell'estrazione di gas e di petrolio da scisti bituminosi. Uno sviluppo grazie al quale gli Usa sono divenuti nel 2013 il primo produttore di petrolio del mondo, e non solo non hanno più bisogno di importarne ma anzi potrebbero esportarlo (se ciò fosse consentito dalla loro legislazione, che invece lo vieta).

Sarà la "nuova Mogherini" all'altezza dell'impresa? Dai nomi che girano, sperarlo è cosa temeraria, ma che altro ci resta da fare?



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
29/10/2014 - commento (francesco taddei)

lo sapevate che un italiano è stato a capo dell'OSCE (dove si fa più politica estera europea che altrove) meno di due anni fa? no? non ne ha parlato nessuno, né tv né giornali, non sarà perché Riccardo Migliori è un uomo di destra?