BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MIRACLE BABAY/ Inghilterra, i medici: se peserà meno di mezzo chilo non lo cureremo

Pubblicazione:mercoledì 8 ottobre 2014

Immagine di archivio Immagine di archivio

Non solo la legge inglese prevede la possibilità di abortire entro le 24 settimane di gravidanza, in quanto si ritiene che fino a quel periodo il feto non sia ancora un essere umano e non potrebbe sopravvivere, ma alcuni medici di un ospedale inglese avevano chiaramente minacciato i genitori: se il bambino peserà meno di una libbra (0,4536 kg), non forniremo cure mediche. E' successo a Sylvia e Thomas Moore, una coppia inglese il cui bambino è nato addirittura alla 22esima settimana, peraltro perfettamente un essere umano come dimostrano le foto. I medici curanti avevano però detto che non sarebbe sopravvissuto perché i suoi organi interni non erano del tutto formati o comunque troppo fragili. Fortunatamente, il piccolo, Lucas, è nato superiore al mezzo chilo ed è stato messo sotto assistenza, ma il calvario della coppia non era finito. Il piccolo presentava infatti dei sanguinamenti nella zona del cervello e i medici dissero ai genitori di sospendere l'assistenza e di spegnere i macchinari perché sarebbe rimasto severamente disabile per il resto della sua vita. La coppia disse di no e dopo quattro mesi di cure Luca è stato portato a casa in buona salute. Adesso ha festeggiato il suo primo anno di vita in ottime condizioni di salute. E' davvero un "miracle boy" ha commentato la madre: "dopo aver portato in grembo un bimbo e sentirsi dire che non sarebbe sopravvissuto, è davvero una cosa devastante, ma Lucas è un combattente e siamo orgogliosi di lui". Il caso riapre il dibattito sui limiti di aborto nella legge inglese che in molti vorrebbero abbassare a 20 o 22 settimane. Uno studio condotto lo scorso anno ha dimostrato che 120 bambini sono nati alla 23esima settimana negli ultimi quattro anni.



© Riproduzione Riservata.