BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BANGLADESH/ Ucciso a colpi di machete: aveva vietato il velo integrale in classe

E' stato ucciso a colpi di machete per la strada: un insegnante universitario del Bangladesh aveva vietato il velo integrale alle sue allieve per paura di trucchetti agli esami

Immagine di archivio Immagine di archivio

Un insegnante dell'università di Rajshahi nel Bangladesh è stato ucciso per strada a colpi di machete. L'uomo, 51 anni, aveva vietato alle sue studentesse l'uso del velo integrale in aula per motivi didattici: era impossibile identificare le allieve e voleva evitare sostituzioni di persona, ha spiegato un suo collega. Voleva cioè evitare banali trucchetti al momento degli esami, niente di più. L'omicidio è stato puntualmente rivendicato da un gruppo islamista, "Ansar al Islam Bangladesh-2", che ha postato su facebook i motivi dell'esecuzione: "Noi moujahidin abbiamo ucciso l'apostata che aveva vietato alle sue allieve di portare il velo nel Dipartimento e alle sue lezioni. Il suo esempio valga per tutti gli apostati e gli atei". Studenti e insegnanti dell'università sono scesi in strada per protestare contro l'accaduto mentre la polizia avrebbe già arrestato due persone, identificate come gli assassini.

© Riproduzione Riservata.