BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

IL CASO/ Condannato per omicidio, in carcere per 39 anni: era innocente

Un uomo di colore era stato condannato per omicidio nel 1975: oggi dopo 39 anni è stato riconosciuto innocente, ha anche rischiato la pena di morte

Immagine di archivioImmagine di archivio

Ricky Jackson, afro americano oggi 57 anni di età, ha passato 39 di questi anni in carcere, condannato per omicidio. Era anche stato condannato a morte, ma l'Ohio, lo stato dove risiede, ha per sua fortuna abolito la pena di morte negli anni 70. Mancavano solo venti goroni alla sua esecuzione quando questo accadde. Se così non fosse stato, non avrebbe mai potuto vedere quello che oggi è invece successo: l'uomo che lo fece condannare con la sua testimonianza ha ammesso di aver mentito. Jackson era stato incarcerato insieme ad altre due persone per un omicidio accaduto nel 1975. Quando in tribunale gli è stato detto che era libero, ha pianto vistosamente: è l'uomo riconosciuto innocente ad aver passato il maggior numero di anni in carcere nella storia americana. Oggi la pena di morte è stata di nuovo inserita nell'ordinamento penale dello stato, ma Randy Jackson fra qualche giorno potrà uscire di galera per vivere quella vita che non ha mai potuto vivere fino a oggi.

© Riproduzione Riservata.