BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

REFERENDUM ANTI IMMIGRATI/ Svizzera, non passa il quesito per limitare l'immigrazione

La Svizzera ha respinto i tre quesiti del referendum popolare, in particolare quello che avrebbe voluto limitare la crescita della popolazione degli immigrati

Immagine di archivioImmagine di archivio

Stop alla sovrappopolazione, sì alla conservazione delle basi naturali della vita: era questo lo slogan di un referendum tenutosi in Svizzera il cui contenuto non si capiva bene se fosse ambientalista o anti immigrati. In ogni caso è stato sonoramente bocciato anche se mancano ancora i risultati ufficiali. Secondo quanto riportato, il 70% dei votanti avrebbe detto no alla domanda che chiedeva di limitare allo 0,2% nell'arco di tre anni la crescita della popolazione residente dovuta all'immigrazione. Questo perché in tal modo si sarebbe ridotto l'inquinamento ambientale dovuto all'aumento del numero degli abitanti. Il referendum, che era stato soprannominato "ecopop", conteneva in realtà tre iniziative popolari e sarebbe stato respinto da una maggioranza dei 26 cantoni e semi cantoni svizzeri. Nel paese elvetico un referendum per essere approvato deve ottenere doppia maggioranza, popolo e cantoni. Gli altri due quesiti chiedevano uno di abolire i cosiddetti forfait fiscali per ricchi stranieri e l'altro di aumentare le riserve in oro della banca centrale. 

© Riproduzione Riservata.