BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MIDTERM USA/ Luttwak: Bush, Clinton, Perry, il dopo Obama comincia così

Pubblicazione:martedì 4 novembre 2014

Barack Obama (Infophoto) Barack Obama (Infophoto)

Il campo repubblicano ha due facce. Da un lato c’e un interventismo a buon mercato, anche se nella realtà se fossero al potere gli stessi Repubblicani farebbero poco o niente. Dall’altra il campo repubblicano cattura numerosi consensi perché si erige contro i radical chic e gli ambientalisti. Questi ultimi sostengono energia eolica e solare, non rendendosi conto che l’effetto è soltanto quello di bruciare carbone. Gli ambientalisti sono sempre più invisi da parte dell’opinione pubblica Usa, e quindi votano contro i democratici.

 

Che cosa emerge dalle elezioni di midterm per quanto riguarda le presidenziali?

Stanno emergendo figure che sono molto più competenti di Obama. Jeb Bush è stato uno splendido governatore della Florida, largamente popolare presso gli elettori di entrambi i partiti. Hillary Clinton ha mille problemi, ma è stata un segretario di Stato molto efficace, molto dura e molto non di sinistra. Ha solide credenziali anche il governatore del Texas, Rick Perry, che per molti è troppo folcloristico, ma ha aumentato l’occupazione mentre ovunque avveniva il contrario. Le sue politiche in campo economico sono state deliberate, efficaci e molto brillanti.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.