BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

JIHAD/ Ogni giorno il terrorismo islamico uccide 168 persone in tutto il mondo

Più di 5mila morti all'anno, 168 ogni giorno: sono queste le cifre del terrorismo islamico in tutto il mondo, vittime per la gran parte concentrate nei paesi islamici

Immagine di archivioImmagine di archivio

Secondo i dati raccolti dal Centro internazionale per lo studio dell'estremismo e della violenza politica con sede a Londra, ogni giorno nel mondo 168 persone vengono uccise dal terrorismo islamico, la famosa jihad, la guerra santa contro gli infedeli. Va detto che una vittima su due è spesso di fede musulmana lei stessa. Si tratta in tutto di 5042 persone uccise all'anno in circa 640 fra attentati, decapitazioni, azioni di guerriglia. La maggior parte di queste vittime muore in paesi come Iraq, Siria, Nigeria ma anche Afghanistan e Somalia, tutti paesi dove l'islam radicale di marca terroristica ha delle vere e proprie milizie. Altri paesi vittime di questa guerra santa sono lo Yemen, l'Arabia Saudita, le Filippine, il Kenya e la Libia. La maggior parte delle vittime è comunque di fede cristiana e molti sono donne e studenti. Sono, si legge nello studio, in gran parte attentati di cui in occidente non si parla mai o quasi e sempre secondo lo studio è stata la cosiddetta primavera araba a rilanciare in grande stile e con sempre più vittime il terrorismo islamico. 

© Riproduzione Riservata.