BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MEDIO ORIENTE/ Jean: tra Assad e il Califfato, i cristiani "stanno" in mezzo

Infophoto Infophoto

E’ un fatto normale, perché lo Stato islamico minaccia soprattutto i cristiani. Anche in Siria i cristiani sostengono Assad ed Hezbollah. Quest’ultima ha addirittura interi battaglioni formati da cristiani per combattere l’Isis e i sunniti di Al-Nusra, che sono legati ad Al-Qaeda.

 

I cristiani possono avere un ruolo nel contrastare il Califfato?

I cristiani sono sempre stati organizzati con loro milizie e hanno sempre avuto un ruolo. Una delle divisioni più combattive dell’Esercito di Assad è costituita da cristiani legati sia alla Chiesa cattolica sia a quella ortodossa che combattono contro lo Stato islamico.

 

L’Italia può fare di più in Iraq e Siria?

E’ difficile dire che cosa possa fare di più l’Italia. Il mood del mondo politico e dei media italiani è sostenere i curdi e la loro resistenza allo Stato islamico.

 

Che cosa si aspetta per il futuro?

Ci troviamo di fronte a una situazione di stallo che durerà, almeno finché il fronte pro-Assad non si spezzerà. Chi può romperlo sono soltanto Iran e Russia in cambio della possibilità di mantenere la loro influenza sulla Siria.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.