BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

PAPA/ Da Cuba all'Argentina, la nuova "sfida" pronta per Francesco

Papa Francesco (Infophoto)Papa Francesco (Infophoto)

Il riconoscimento della Chiesa di Roma nella nazione orientale sembra un traguardo non molto distante, anche se il suo raggiungimento ha dovuto significare l'allontanamento del Dalai Lama, fatto che ha provocato una serie di critiche visti i recenti successi di Bergoglio nello stabilire profondi rapporti di fratellanza con le altre religioni. Più difficile appare la soluzione del puzzle argentino: le recenti decisioni di tribunali americani di togliere gran parte del segreto diplomatico nei processi che coinvolgono le oltre 150 società di comodo gestite da Lazaro Baez e che sono parte del contenzioso aperto a New York per la questione dei bond argentini, rischiano di portare alla luce quello che ormai tutti sanno. Che l'ex impiegato di banca di Santa Cruz deve il suo colossale arricchimento al fatto di essere il prestanome della famiglia Kirchner a cui sono collegate tutte le entità finanziarie in causa. 

La contemporanea lotta dell'attuale Presidente argentina contro i giudici che stanno indagando su di un sistema di corruzione che imperversa dal 2001 in tutto il Paese (prima si limitava al feudo kirchnerista della Provincia di Santa Cruz), le continue esternazioni di papa Francesco contro la corruzione come cancro della società, replicate da una pesante dichiarazione del Sinodo argentino, che ha preso le distanze dal Governo attuale, ormai sempre più in difficoltà nel coprire gli scandali che quotidianamente coinvolgono la sua gestione, rendono delicatissima la missione e il ruolo dell'attuale Pontefice. Che dovrà operarsi per una transazione che sia pacifica in vista delle elezioni Presidenziali del 2015, ma anche intransigente nell'applicazione di quei principi che sono imprescindibili se si vuole costruire una società che possa portarci verso quel mondo con una ripartizione della ricchezza più giusta dell'attuale.

Proprio l'esperienza e la collaborazione nella risoluzione della questione delle relazioni tra Usa e Cuba tra Francesco e Obama hanno portato alla ribalta due personaggi sui quali scommette la speranza del mondo intero per un futuro migliore.

© Riproduzione Riservata.