BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ISLAM/ L'appello di Al-Azhar per i cristiani? Un "contentino" al Papa

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Già era successo con le primavere arabe quando si parlava di Stato “civile”, e non “laico”. Il concetto occidentale di laicità era interpretato in modo “a-religioso” o addirittura anti-religioso. Lo Stato civile significava piuttosto non religioso e non militare. Lo stesso termine di Califfato utilizzato dallo Stato islamico risale a secoli fa quando più che a una teocrazia ci si poteva trovare di fronte a un cesaropapismo.

 

L’appello di Al-Azhar è una risposta all’invito fatto da Papa Francesco che aveva chiesto alle autorità islamiche di condannare esplicitamente l’Isis?

E’ facile che ci sia stato questo input. Già c’era stata la lettera dei 138 sapienti musulmani che era stata pubblicata dopo il discorso di Ratisbona di Papa Benedetto XVI, e che parlava di ebraismo, cristianesimo e islam come di tre grandi religioni basate sui principi dell’amore di Dio e del prossimo. Poteva quindi essere valorizzata da tutti per spostare l’attenzione da polemiche di tipo ideologico al fulcro dell’esperienza religiosa. Eppure il suo riscontro mediatico fu pressoché nullo. Mi chiedo ancora una volta a quanto servano queste dichiarazioni se non sono poi valorizzate come meriterebbero.

 

Che cosa ne pensa di quanti criticano il Papa affermando che non fa abbastanza per i cristiani perseguitati?

Sono veramente stupito, perché quando il Papa ha detto che “è lecito fermare l’aggressore” mi sembra che abbia espresso l’essenziale. Non credo che spetti al Santo Padre dire con quali mezzi farlo né tantomeno indire un attacco militare. In Iraq del resto di azioni militari ne sono state fatte già da molti anni, con risultati assai deludenti. Una via alternativa all’uso della forza, se è possibile, è sempre auspicabile. E a quanti dicono che il Papa non sarebbe abbastanza filostatunitense, mi limito a ricordare che Bergoglio viene dall’Argentina.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.