BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CASO MARO'/ Il procuratore indiano: magari volete dare loro anche una medaglia?

Pubblicazione:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto

Quanto sia confusa e delicata la situazione che riguarda i due soldati italiani detenuti in India e in attesa di processo lo rivela una frase rilasciata da uno dei procuratori che seguono il caso. "Ci stanno suggerendo che non dovrebbero essere processati, ma magari decorati con il Padma Bhushan o il Padma Vibhushan", cioè due tra le più importanti onorificenze al merito. Evidente il sarcasmo di chi ritiene invece i due marò colpevoli. Intanto il presidente della Corte suprema che deve decidere il tipo di accusa ha rilasciato a sua volta una frase che la dice lunga di come l'India intenda muoversi senza farsi spaventare da alcuna pressione internazionale: "Decideremo in base al diritto, non preoccupandoci delle conseguenze sul piano delle relazioni internazionali”. Si sa infatti che l'Italia da tempo si è mossa chiedendo all'Unione europea di intervenire sul caso. Al momento sebbene sia stata esclusa la pena di morte, si discute ancora se i due soldati devono essere processati in base al Sua act, la legge anti pirateria indiana che prevede pene molto alte e l'accusa di terrorismo. La difesa dei marò invece sostiene che essendo Salvatore Girone e Massimiliano Latorre due soldati non possono essere accusati di pirateria. 



© Riproduzione Riservata.