BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GUERRA UCRAINA/ 1. Il testimone: quanto sangue, vogliono arrestarci tutti

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

La polizia ha già cominciato a distruggere le barricate, cercheranno di sgomberare ogni strada. Ci sono tantissimi feriti e le ambulanze non possono neanche passare perché hanno chiuso ogni strada. Ma gli scontri continueranno e sarà sempre peggio.

 

Dunque ancora una volta il governo non fa alcuna mossa per venire incontro alle opposizioni?

Questa è la loro azione, usano solo la forza, dimostrano di non essere disposti a nessun compromesso. Non vediamo alcuna disponibilità ad alcun compromesso. Anche il dibattito che si doveva fare in parlamento sulla Costituzione non era certo una cosa così grave da giustificare la morte di tante persone. Siamo ormai alla pazzia del potere.   

 

Nei giorni scorsi il ministro degli Esteri russo aveva detto che questi incidenti sono colpa dei politici occidentali che sostengono le opposizioni; l'ennesima conferma dell'ingerenza russa negli affari interni dell'Ucraina?

 Per me è difficile commentare queste cose, quello che dicono i nostri politici non lo decidono loro ma viene dettato a loro da qualche altra parte. Non posso dire altro, ho paura di venir segnalata alle forze di polizia, qua abbiamo paura tutti di essere arrestati.  



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
19/02/2014 - Falsità (Andrea Gualtiero)

I canali ucraini sono in gran parte oscurati. Il russo lo comprendo e i filmati trasmessi sono inequivocabili: poliziotti armati di bastoni contro terroristi armati di fucili, granate e kalasnikov. I morti tra i cops sono 12 e tredici tra i civili. Guardate e seguite anche le trasmissioni della Viesti, che trasmette informazioni 24 ore su 24. Con i miei occhi ho visto il casco di un poliziotto sfondato da un proiettile, un tank (tipo M113) che esplodeva (esplodeva!) colpito da una granata (non una molotov). Con le mie orecchie ho udito un oratore in piazza Maidan definirsi capo della "brigata ucraina SS" ed affermare che l'Ucraina diverrà il primo stato neofascista nella UE. Ho visto, con infinito orrore, un poliziotto cui veniva strappato un occhio a mani nude e poi ammazzato dandolo alle fiamme. E taccio di tante, tante altre e terribili mostruose atrocità. Basta con questa informazione unilaterale! Ci sono certamente semplici civili riottosi in mezzo agli insorti e ai terroristi in quella piazza e, forse, erano loro a pregare... Mi chiedo se sia permesso loro di scappare oppure no: l'impressione è che chi sta dentro sia ora chiuso da ogni lato. Intanto l'est del paese sta iniziando a sollevarsi contro questi disordini e la Crimea, che ha perso tre uomini tra le forze dell'ordine, ha minacciato un referendum per chiedere l'annessione alla Russia. Per favore, la verità e i fatti vanno detti tutti: altrimenti si fa propaganda e non informazione.

 
19/02/2014 - Testimonianza in diretta. (claudia mazzola)

Ciao! ieri sera abbiamo seguito la diretta da Kiev dove ci sono stati 20 morti picchiati dalla polizia, mentre la gente (giovani, anziani, donne) pregavano. Laura mi traduceva e dicevano "lode alla Madonna" " libertà per l'Ucraina" etc. e recitavano le preghiere NELLA PIAZZA in fiamme e mentre venivano presi a manganellate. Volevo invitare il + possibile a pregare per loro. Ieri sera ho capito che bisogna imparare da loro e iniziare a credere davvero nella forza della fede e della preghiera, perchè la vera libertà parte da lì. Loro hanno fatto questa resistenza per circa 2 mesi e per tutta la notte (a 20 gradi sotto zero) hanno continuato a pregare. La protesta ora si è estesa ad altre città ucraine. il momento è davvero drammatico. ciao grazie