BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

GUERRA IN UCRAINA/ Von Eggert (BBC): un accordo fragile che non garantisce la pace

Il tavolo dell'accordoIl tavolo dell'accordo

Ci sono ancora numerosi ucraini che sostengono Yanukovich, e altrettanti sono schierati contro di lui. Non si può però parlare in termini di maggioranza o minoranza, il Paese è diviso in due e ritengo che questo sia il principale problema per l’Ucraina. Quella che abbiamo di fronte è una società divisa lungo linee regionali, generazionali e di livello di educazione.

 

Che cosa ne pensa della posizione della Russia nei confronti dell’Ucraina?

La posizione ufficiale del presidente Putin è stata espressa nel momento in cui ha inviato il mediatore russo a Kiev, Vladimir Lukin. Per quanto riguarda ciò che la Russia dovrebbe fare in Ucraina esistono però punti di vista diversi. Alcuni ritengono che Putin dovrebbe fare un passo indietro perché se la crisi ucraina continuerà, Mosca non sarà più in grado di controllarla. Per altri il Paese andrebbe diviso in due, facendo dell’Ucraina Orientale una sorta di protettorato russo. E’ questo il dibattito cui stiamo assistendo sui media russi, ma che cosa pensino realmente le autorità di Mosca e quale sia la loro reale strategia, è difficile dirlo. Il susseguirsi degli eventi in Ucraina ha lasciato spiazzati tanto il presidente Yanukovich quanto il Cremlino.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.