BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SUORE RAPITE/ Liberate le religiose di Maaloula, scambio con 150 prigionieri

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto

E' finita dopo tre mesi l'odissea delle suore rapite in Siria lo scorso mese di dicembre. Sono intatti state liberate ieri notte dopo che il governo siriano ha acconsentito a scambiarle con 153 prigionieri. Si tratta di suore ortodosse che vivevano in un convento della città di Maaloula: a condurre le lunghe trattative culminate nlla liberazione i capi della sicurezza del Libano Abbas Ibrahim e quello del Qatar Ghanim al-Kubalsi. In questi mesi le suore erano state tenute rinchiuse al secondo e al terzo piano di una abitazione controllata dalle milizie di Al Nusra, uno dei tanti gruppi estremisti vicini ad Al Qaeda. Alcune delle suore che soffrono di problemi come diabete e ipertensione hanno potuto ricevere regolarmente i medicinali da parte dei ribelli che le custodivano. Ieri a mezzanotte il rilascio, al confine con il Libano; secondo indiscrezioni le suore sarebbero state portate a Damasco. In cambio, la liberazione di 153 ribelli detenuti nelle carceri del regime. Ancora nessuna notizia invece dei due vescovi ortodossi rapiti mesi fa e del sacerdote italiano Padre Dall'Oglio anch'egli rapito senza lasciare alcuna traccia.



© Riproduzione Riservata.