BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

AEREO SCOMPARSO/ Parenti furiosi: bottiglie d'acqua contro i rappresentanti della Malaysian Airlines

Pubblicazione:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto

E' ancora mistero totale sulla scomparsa, sabato scorso, del volo della Malaysian Airlines che trasportava oltre duecento persone, la maggior parte delle quali cinesi di ritorno in patria. E proprio i parenti dei passeggeri cinesi hanno protestato furiosamente contro i responsabili della compagnia aerea, non in grado di fornire alcuna notizia sulla fine del volo aereo. Durante un incontro con alcuni di essi a Pechino, dopo aver urlato ripetutamente di voler sapere la verità, sono volate bottiglie d'acqua in testa ai dipendenti della compagnia aerea, in uno sfogo comprensibile. Intanto continuano le ricerche in una vasta zona: le autorità della Malesia hanno chiesto all'India di partecipare a tali ricerche in zone di mare di loro competenza. Al momento oltre a forze della Malesia, partecipano alle ricerche mezzi di Vietnam e Cina. Le autorità malesiane hanno anche detto che ci sarebbero nove testimoni oculari che avrebbero visto una esplosione nei cieli nel nord est del paese, proprio nell'ora in cui il volo è scomparso dai radar. Unica cosa che sembrerebbe accertata è che l'aereo avrebbe cambiato improvvisamente rotta, forse cercando di tornare all'aeroporto di partenza dopo aver scoperto un guasto. 



© Riproduzione Riservata.