BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

UCRAINA/ Veto di Putin alla risoluzione Onu: Kiev denuncia invasione in atto

Precipita la situazione ai confini tra Ucraina e Russia: truppe russe sarebbero entrate in territorio di Kiev che denuncia una invasione in atto. Domani il referendum in Crimea

Foto InfoPhotoFoto InfoPhoto

Ore drammatiche in attesa del referendum in Crimea, un referendum dal risultato scontato che sancirà l'annessione della regione alla Federazione russa. La Crimea da settimane è ormai completamente invasa dalle truppe russe, ma Kiev ha denunciato l'ingresso di truppe russe anche in altre zone dell'Ucraina. Mosca dal canto sua ha fatto sapere che è pronta a intervenire in caso di richieste di aiuto da parte della popolazione russa, sottolineando di aver già ricevuto richieste di aiuto. Circa 80mila soldati russi da giorni circondano i confini con l'Ucraina. Militari russi sarebbero stati fermati dalle truppe ucraine mentre dalla Crimea cercavano di entrare nel sud est del paese: "Cercavano di entrare nel territorio della regione di Kherson nei pressi di Arbatskaya Strelka. Le forze armate di Kiev hanno usato forze di terra e aerei da combattimento nell'operazione" ha fatto sapere il ministero della difesa ucraino. L'ambasciatore americano all'ONU ha dichiarato che la Russia dovrà rispondere del suo comportamento e che rischia l'isolamento diplomatico ed economico. E all'ONU è stata ovviamente bocciata proprio per via del veto posto dalla Russia una risoluzione contraria al referendum in Crimea. La Cina si è astenuta e gli altri 13 paesi del consiglio di sicurezza hanno votato contro, ma come si sa basta il veto di una delle nazioni con posto fisso per bocciare qualsivoglia risoluzione. A Mosca intanto oggi si è svolta una manifestazione a cui hanno preso parte circa 50mila persone contro l'invasione della Crimea. 

© Riproduzione Riservata.