BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

KENYA/ Il Parlamento dice no alla legge sulla monogamia, la protesta dei parlamentari donne

I parlamentari di sesso maschile votano in massa contro la proposta di legeg che voleva instaurare il solo matrimonio monogamo in Kenya, la protesta dei parlamentari donne

Foto InfoPhotoFoto InfoPhoto

Il parlamento keniano ha fermato la proposta di legge che intendeva regolare la situazione matrimoniale in atto, un dibattito che nel paese africano va avanti da anni. In Kenya infatti è consentito per certe parti della popolazione avere più mogli, la cosiddetta poligamia. L'intento della nuova legge era di portare il diritto civile dove a un uomo è consentito sposare una sola donna in linea con il diritto consuetudinario (fonte di diritto costituita dalla ripetizione costante di un determinato comportamento da parte della generalità dei soggetti, accompagnato dalla convinzione della sua obbligatorietà giuridica), dove invece è permesso di avere più mogli. I parlamentari di sesso maschile hanno votato sì alla modifica del disegno di legge con un emendamento approvato che permette agli uomini di prendere quante mogli vogliono senza consultare i coniugi esistenti. Nella tradizione in uso, infatti, la prima moglie deve dare il suo consenso affinché il marito prenda altre mogli. Le parlamentari donne hanno prima abbondato in segno di protesta il parlamento, poi si sono ritrovate all'esterno per dare vita a una rumorosa contestazione. Adesso toccherà al presidente del Kenya firmare o meno la nuova legge. La difesa di alcuni parlamentari che hanno votato l'emendamento è stata semplice: se una donna si sposa con il diritto consuetudinario è automatico che acconsenta che il marito prenda più mogli. 

© Riproduzione Riservata.