BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SARKOZY/ Il governo francese si comporta come la Stasi: le accuse dell'ex presidente

Pubblicazione:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto

Per la prima volta dopo la sua sconfitta elettorale due anni fa contro il rivale Hollande, l'ex presidente francese torna a farsi sentire pubblicamente, e lo fa con voce forte. Una sua lettera aperta ai francesi pubblicata ieri dal Le Figaro attacca duramente l'attuale governo in carica, accusandolo di comportarsi con metodi spionistici degni della Stasi, il famigerato servizio segreto della ex Germania dell'est. Inoltre, dice ancora, esso calpesta i diritti umani. La rabbia di Sarkozy è dovuta alle recenti rivelazioni secondo le quali alcuni giudici avrebbero investigato su azioni finanziarie da lui compiute spiando le sue telefonate dallo scorso mese di luglio. Tra gli altri sospetti fuoriusciti da queste intercettazioni, quello che Sarkozy avrebbe preso somme di denaro dall'ex dittatore libico Gheddafi. La replica di Hollande: le sue parole sono intollerabili, mentre alcuni ministri del governo hanno paragonato le parole di Sarkozy a quelle di Silvio Berlusconi nel cercare di difendersi dai giudici. In Francia i magistrati che indagano su un qualche caso agiscono in modo indipendente dal governo. Ma Sarkozy insiste nel dire che le azioni di spionaggio nei suoi confronti non possono che essere state ispirate dallo stesso Hollande. 



© Riproduzione Riservata.