BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SIRIA/ Padre Hamazasp (armeno): la Turchia ci attacca perché siamo cristiani

Pubblicazione:giovedì 27 marzo 2014

Infophoto Infophoto

Anche se difficile, così a caldo, cercare di spiegare, credo che essenzialmente Erdogan voglia distrarre l'opinione pubblica dallo scandalo e dai problemi che ha con il suo popolo il quale lo contesta apertamente. Con la scusa dell'aereo siriano ha lanciato una campagna per far vedere che lui è in grado di difendere la Turchia da ogni possibile attacco. E poi ha approfittato del fatto che la Russia, sostenitrice di Assad, in questo momento dopo la crisi in Crimea ha altre cose a cui pensare. Inoltre visto che l'anno prossimo sarà il centenario del genocidio armeno da parte dei turchi, sono anche convinto che ci sia un progetto per evacuare gli armeni da queste zone. Non mi sorprenderei che vista la crisi siriana, i turchi ne vogliano approfittare per annettere questa regione. 

 

Tutte cose queste che accadono dopo che il governo di Assad è stato destabilizzato dalla guerra civile.

Non voglio prendere le difese di Assad, che ha certamente fatto tanti errori, ma la Siria era una terra di convivenza culturale e religiosa, dove tanti popoli e fedi diverse vivevano in pace. Adesso invece centinaia di migliaia di cristiani sono stati costretti a abbandonare la Siria. Ad Aleppo proprio oggi un missile ha colpito la cupola della chiesa armena cattolica e altri edifici abitati da armeni sono stati colpiti, e non è certo stato l'esercito di Assad, ma gli integralisti islamici. Il mio cuore è gonfio di dolore: perché l'occidente non dice nulla? Se fosse un attacco di Assad tutti i paesi occidentali protesterebbero, ma perché la Turchia è alleata dell'occidente allora stanno zitti. 

 

Il popolo armeno è un popolo martire da tanto tempo: come uomo di fede, lei come si spiega tutto questo?

Il martirio armeno non è di oggi soltanto, il popolo armeno è stato un popolo martire nei secoli perché ha sempre conservato la sua identità e soprattutto perché vive questa identità. Quando un popolo è legato alla sua fede, alla sua Chiesa e alla sua cultura produce una società pacifica e viva. Conserva cioè i valori della civiltà. La cultura armena senza cristianesimo non esiste. Gli armeni sopravvivono grazie alla loro chiesa e alla loro identità. Sono stati attaccati e sono risorti grazie a quei valori di fede, cultura e religione.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.