BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

EMERGENZA EBOLA/ Allarme in Guinea, è tornato il virus assassino

Nella Guinea si registra una epidemia del virus dell'Ebola, i morti sarebbero già oltre sessanta. Unità mediche internazionali tra cui anche italiane nel paese africano

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

E' di nuovo allarme Ebola, il terribile virus da contagio animale che in passato ha provocato tanti morti. Il maggiore allarme si registra oggi in Guinea, dove sarebbero già morte una sessantina di persone e altrettante risulterebbero contagiate. L’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Spallanzani di Roma ha inviato proprio in queste ore medici specialisti per aiutare a combattere l'epidemia, insieme a personale medico di diversi altri paesi. L'epidemia si trova al momento diffusa nella zona sud del paese africano con alcuni casi registrati anche in Liberia e Sierra Leone mentre è rientrato l'allarme che si era registrato qualche giorno fa in Canada. Il virus si diffonde con il contatto fra persone in modo molto veloce e causa la morte di una percentuale tra il 25 e il 90% di coloro che ne vengono colpiti. La Guinea ha vietato in questi giorni il consumo di carne di pipistrello, animale ritenuto responsabile della diffusione del virus. Secondo i primi dati a disposizione, la  nuova epidemia sarebbe stata causata da un uomo che mostrava sintomi di febbre emorragica: quattro dei suoi fratelli che avevano preso parte al funerale hanno poi mostrato i sintomi dell'Ebola. 

© Riproduzione Riservata.