BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

UCRAINA/ Jean: Putin vuole la guerra ma dimentica la Cina...

Esercito russo (Infophoto)Esercito russo (Infophoto)

Sicuramente, ma la Nato viene attivata dagli stessi americani. La presenza americana in Europa è la Nato. In questo momento però non è che abbiano grosse forze come quelle che avevano durante la guerra fredda, in particolare in Germania. Di conseguenza è difficile che potranno mettere in moto una attività militare di contenuto a difesa dell'esercito ucraino. Potranno dare un apporto significativo con le forze aeree ma non molto di più.

 

Che conseguenze ci sarebbero per l'Italia in caso di conflitto militare?

In caso di conflitto l'Italia non partecipa dal punto di vista militare attivo, può solo offrire basi e supporto logistico. Ma se potrà esserci una reazione, è facile che possa venire soprattutto dalla Cina, in congiunzione con gli Usa, perché anche la Cina vede con preoccupazione questo attivismo militare russo.

 

Quali sarebbero le conseguenze di una azione russa?

Cambierebbe lo scenario mondiale in caso di attacco russo anche se fosse solo nelle zone russofone orientali dell'Ucraina. Si creerebbe una nuova guerra fredda che la Russia sa benissimo di non poter sostenere, è una potenza regionale e non globale.

 

Tornando un attimo indietro, si aspettava che in Crimea l'esercito ucraino cedesse senza sparare un solo colpo?

Quanto successo in Crimea è stato per via di una decisione politica di Kiev che ha dato ordine di non reagire. Il problema è che il quadro politico a Kiev è molto frammentato, infatti hanno poi cacciato il ministro della Difesa. Ma era stato proprio lui a dare ordine di non reagire... 

© Riproduzione Riservata.