BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIARIO SUD SUDAN/ La cooperante: gli sfollati e quella "vita" nel compound

Sfollati a Juba Sfollati a Juba

Si può entrare nel campo? Chiedo alla persona della FAO che incontriamo. Sì, ma non si capisce cosa succeda là dentro. Hanno preso a sassate uno dei miei, l’altro giorno, ci racconta Massimo. E a me tornano in mente le lapidazioni.

Un passato di violenza sempre più presente. Regole arcaiche per regolare i conti. Il tempo passa. Si lascia che passi, sperando in qualche cambiamento che nessuno sta portando. E’ un pensiero lontano, sia per loro che per noi. Un’epidemia di morbillo ha fatto una strage, in un altro campo per sfollati. Si muovono, da dentro a fuori, da fuori a dentro il compound alle pendici della montagna, lungo un filo spinato che porta al loro accampamento. Quella sta diventando casa loro, perché fuori non li aspetta nulla di meglio.

© Riproduzione Riservata.