BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

BURGER KING BABY/ Grazie per non avermi gettata via: 27 anni dopo cerca la madre su facebook

Sta cercando la madre che, 27 anni fa, dopo averla messa al mondo, l'abbandonò nella toilette di un fast food. Katheryn Deprill ha lanciato l'appello su facebook

Foto da facebookFoto da facebook

La chiamano già la bambina di Burger King, il fast food che andava di moda qualche tempo prima dell'esplosione di MacDonald. Katheryn Deprill ha visto la luce in un gabinetto di uno di questi fast food, 27 anni fa, nella città di Allentown in Pennsylvania. La madre, dopo aver partorito, l'ha abbandonata lì e da allora Katheryn non ha mai saputo chi fosse. "Sto cercando mia madre, mi ha messo al mondo il 15 settembre del 1986, mi ha abbandonata in un gabinetto del Burger King di Allentown": la scritta appare su un cartello che la giovane donna tiene in mano, la foto postata sulla sua pagina facebook. Katheryn dice di non provare sentimenti di rancore per lei, solo di volerla conoscere e soprattutto sapere se ha dei fratelli o sorelle. Tre ore dopo essere stata abbandonata, la piccola venne ritrovata viva e in seguito adottata da una famiglia locale. Oggi è sposata e ha tre figli lei stessa. A mia madre, dice, voglio dire grazie per non avermi gettata via, facendomi morire. Ai tempi del fatto, un dipendente del locale dove venne trovata la bambina, disse che ci fu una persona che poteva essere la responsabile del gesto: una giovane sui vent'anni che andò via in macchina dopo essere uscita dal ristorante. In ospedale invece le infermiere capirono dal modo con cui era stato tagliato il cordone ombelicale che chi l'aveva fatto, doveva averlo già fatto almeno in un'altra occasione. 

© Riproduzione Riservata.