BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INGHILTERRA/ Predicatore cristiano detenuto per diciannove ore senza acqua, cibo e medicinali

Pubblicazione:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto

John Craven, un predicatore cristiano residente a Manchester nel Regno Unito, ha vinto una causa di risarcimento contro la polizia della sua città, per un totale di 50mila sterline. Craven era stato arrestato dopo una discussione con due giovani omosessuali che, stando alla ricostruzione del caso, lo avevano evidentemente provocato, ma a sporgere denuncia erano stati loro. Craven era stato avvicinato dai due giovani che gli avevano chiesto la sua opinione sui rapporti tra persone dello stesso sesso e quindi si erano baciati davanti a lui e avevano fatto gesti definiti osceni sempre davanti al predicatore. Le uniche parole che Craven avrebbe detto sarebbero state: "Dio odia il peccato, ma ama i peccatori". A questo punto i due si sono rivolti a una stazione di polizia denunciandolo per "molestie, procurato allarme e disagio" nei loro confronti. La polizia ha immediatamente arrestato il predicatore e quindi lo ha tenuto in carcere per 19 ore senza dargli acqua, cibo, ma soprattutto i medicinali di cui aveva bisogno perché sofferente di artrite. Una volta rilasciato, l'uomo ha sporto a sua volta denuncia contro la polizia per maltrattamenti. E' stato riconosciuto che era stato arrestato per motivi errati, imprigionamento falso e violazione dei suoi diritti umani, e quindi risarcito per una somma pari a 50mila sterline di cui 13mila già versate. "Non ho mai voluto molestare o insultare alcuno" ha detto Craven "anzi le mie intenzioni erano l'opposto. Il mio lavoro è predicare il vangelo, che significa l'amore di Dio per chiunque". Ha poi aggiunto che il comportamento della polizia sembrava tale proprio per scoraggiare lui e altri predicatori dallo svolgere la loro funzione pubblicamente.



© Riproduzione Riservata.