BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

ATTENTATO ATENE/ Synghellakis: disoccupati e 200 euro al mese, gli "assist" ai terroristi

InfophotoInfophoto

Con gran parte del suo gruppo dirigente sotto processo ci potrebbero essere delle frange impazzite pronte a fare attentati terroristici. Si tratta di elementi pronti ad alzare la tensione e a rischiare il tutto per tutto, anche se in questo momento in quel partito sta prevalendo un profilo basso, per far credere di non avere rapporti organici con i neo nazisti europei e accreditarsi come un partito che rimane all'interno dell'area costituzionale.

 

Cosa immagina potrà succedere nel prossimo futuro?

Bisognerà vedere se e quando inizierà a scendere la disoccupazione. La tensione sociale in Grecia si fermerà solo quando comincerà a scendere la disoccupazione, altri dati possono dare speranza ma non fino a quando si hanno stipendi da 200 euro al mese e una disoccupazione quasi al 30%, tutto il resto diventa quasi relativo.

 

Che cosa ci si aspetta dalle prossime elezioni europee? Ci sono già dei dati indicativi di quale potrà essere il risultato elettorale?

Al momento i sondaggi danno una certa prevalenza della sinistra europeista, seguita dal centrodestra. La sorpresa al momento sembra essere questo nuovo partito To Potami (Il Fiume), fondato dal giornalista televisivo Stavros Theodorakis, un partito di centrosinistra senza forti connotazioni ideologiche che sarebbe tra l'8 e il 9%. Il partito socialista al momento al governo sembra ridimensionato, mentre il quarto partito sarebbe purtroppo Alba Dorata intorno al 10%. Le elezioni saranno un indicatore forte per vedere se questa ricetta di austerità ha funzionato o no e quali conseguenze ha portato e dunque se prevarrà la coalizione di governo o se la sinistra estrema di Tsipras riuscirà a sfondare. Attualmente sarebbe intorno al 20%.  

© Riproduzione Riservata.