BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

ANA TRUJILLO/ Ergastolo al killer del tacco a spillo

Ergastolo per Ana Trujillo, la 45enne di origine messicane che nella notte tra il 9 e il 10 giugno del 2003 ha assassinato il proprio compagno, Alf Stefan Andersson

Ana TrujilloAna Trujillo

Ergastolo per Ana Trujillo, la 45enne di origine messicane che nella notte tra il 9 e il 10 giugno del 2003 ha assassinato il proprio compagno, Alf Stefan Andersson (un professore universitario di Houston), con 25 stilettate in faccia, in testa e alla gola. I giudici texani non hanno avuto pietà per la sua furia assassina, giustificata come tentativo di difesa durante un litigo: la attende il carcere a vita (quando il suo avvocato aveva chiesto una pena di due anni chiedendo l’attenuato per aver agito “sotto l’impulso di una passione travolgente”). Come detto, la giuria non ha creduto alla versione data dalla donna, che si è appellata alla legittima difesa: “Non volevo fargli del male.Non era mia intenzione, lo amavo ma volevo scappare”. Ma crederle era alquanto difficile, visto che il corpo del 59enne riversava massacrato a terra (con numerose ferite da difesa sulle mani e sulle braccia), in una pozza di sangue, nel suo appartamento al 18° piano di un lussuoso grattacielo. Soddisfatta la famiglia della vittima; ha parlato la nipote di Andersson, Iva Olofsson: “Mio zio era un grande uomo. Era gentile e non meritava che gli accadesse tutto questo: adesso giustizia è fatta”.

© Riproduzione Riservata.