BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ASTA/ Cimeli di Hitler, annullata la vendita di Parigi

Il governo francese ha deciso di annullare un'asta che si doveva tenere il prossimo 26 aprile a Parigi con la messa in vendita di alcuni cimeli appartenuti ad Adolf Hitler

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Aveva provocato polemiche la decisione di mettere all'asta alcuni cimeli storici appartenuti al dittatore nazista Adolf Hitler. L'asta si doveva tenere il 26 aprile a Parigi ma il governo ha deciso che non si farà.  In tutto si trattava di una quarantina di pezzi tra cui mobili, foto, passaporti, stoviglie varie che erano stati recuperati nella residenza sulle Alpi bavaresi dove Hitler amava passare parte del suo tempo. A protestare erano state soprattutto associazioni ebraiche tra cui il Bureau national de vigilance contre l'antisemitisme (Bnvca) e il Consiglio rappresentativo delle istituzioni ebraiche di Francia (Crif)  che avevano definito l'asta "oscena" e offensiva per le vittime del nazismo. L'asta si intitolava "Bottini di guerra della 2/a D.B. nel maggio 1945 al Berghof d'Hitler" ma la casa d'asta organizzatrice ha comunque fatto sapere che gli oggetti si potranno vendere a condizione che quelli che portano la croce nazista non vengano esibiti in pubblico.

© Riproduzione Riservata.