BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

INDIA/ La Corte suprema riconosce il terzo genere per transgender

La Corte suprema indiana ha riconosciuto con una sentenza ufficiale il terzo genere per transgender, garantendo a ogni cittadino la possibilità di scegliere il sesso che preferisce

Foto InfoPhotoFoto InfoPhoto

"Ogni essere umano ha diritto a scegliere il proprio genere sessuale": così in una inedita decisione la Corte suprema indiana ha riconosciuto ufficialmente il diritto per ciascuna persona di non definirsi né uomo né donna. La sentenza ordina poi al governo di riconoscere tali persone con quote uguali nel lavoro e nel campo educativo così come fatto per ogni altra minoranza. Secondo alcuni dati, in India vivono circa due milioni di  transgender. I sostenitori di tale decisione hanno a lungo chiesto il riconoscimento, descrivendo le condizioni di vita in stato di emarginazione sociale ed economica. Molti di loro per vivere lavorano nel campo dello spettacolo oppure si prostituiscono, affrontando una discriminazione diffusa ad esempio nelle strutture sanitarie che spesso si rifiutano di ricoverarli. Il presidente della Corte suprema indiana ha giustificato la sentenza parlando di una questione di diritti umani oltre che di giustizia sociale e sanitaria, nello spirito della costituzione indiana che garantisce uguali opportunità a ogni cittadino. 

© Riproduzione Riservata.