BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAKISTAN/ Asia Bibi, cancellata l'udienza nel processo di appello

Pubblicazione:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto

Asia Bibi passerà la Pasqua in carcere, dove si trova ormai da anni condannata a morte per blasfemia.La speranza, seppur assai minima, era che potesse essere liberata ma l'Alta corte di Lahore città dove si tiene il processo di appello ha rinviato per l'ennesima volta l'udienza prevista che si doveva tenere ieri. E' il quarto rinvio in due mesi, la motivazione ufficiale è "assenza di tribunale", ma i veri motivi sono le paure per le reazioni dei fondamentalisti islamici in caso la donna dovesse essere davvero scarcerata. Asia Bibi era stata condannata a morte l'11 novembre del 2010 per risibili motivi dietro la solita accusa di blasfemia, insulti al Corano e al Profeta, dietro la quale in Pakistan si colpisce costantemente la minoranza cristiana. Da allora gli avvocati, cristiani e musulmani, che difendono Asia, hanno chiesto l'appello ottenendo sempre rinvii con i motivi più assurdi come la malattia di uno dei giudici, lo scioglimento del collegio giudicante, il trasferimento di un magistrato. Come si sa, ben due importanti personalità pachistane sono state uccise in questi anni per aver dato il loro sostegno ad Asia Bibi, il cattolico Shahbaz Bhatti e il musulmano Salman Taseer. Di fatto, i fondamentalisti islamici tengono in pugno governo e tribunali. 



© Riproduzione Riservata.