BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SIRIA/ Sevag Trashian: da padre Francis alla "nostra" Kessab, i cristiani hanno sempre la peggio

Pubblicazione:martedì 8 aprile 2014

Infophoto Infophoto

Quest’ultimo attacco è stato orchestrato dal governo turco perché i combattenti provengono direttamente dalla Turchia e hanno bombardato Kessab dalla Turchia con l’assistenza e, a volte, la diretta partecipazione dell’esercito turco.

 

Questo perché voi siete armeni?

Da tre anni a questa parte, la Turchia ha sempre mostrato ostilità nei confronti della Siria. Pensiamo che la sua diretta partecipazione all’attacco a Kessab abbia a che fare con i suoi molteplici interessi in questo conflitto. Parte di questi interessi è liberarsi degli armeni che vivono vicini al confine. 

 

Che tipo di speranza nutrite voi? In che modo la fede vi sta aiutando? 

La nostra speranza è in Dio onnipotente e le nostre costanti preghiere sono di ringraziamento per essere vivi ed essere sopravvissuti a questo attacco. Speriamo anche di poter tornare nella nostra terra. Le nostre preghiere vanno anche all’esercito arabo-siriano che ha subito molte perdite umane nella battaglia di Kessab e noi crediamo che potrà riportare Kessab nel cuore della Siria.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.