BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SIRIA/ Due uomini crocifissi dagli jihadisti dell’Isis (foto)

Pubblicazione:venerdì 2 maggio 2014

Uno deu due uomini crocifissi a Raqqua Uno deu due uomini crocifissi a Raqqua

Nuove immagini di orrore dalla Siria. Il conflitto siriano offre le agghiaccianti immagini – postate su Youtube e Twitter – di due uomini crocifissi in piazza a Raqqua. I responsabili del gesto dimostrativo sono gli estremisti del gruppo jihadista Isis. I corpi insanguinati sono stati legati a una croce affinché tutti li vedessero; uno dei due corpi ha una bende sugli occhi e la testa ricoperta di sangue, con appeso al collo un cartello sul quale si legge: “Costui ha combattuto i musulmani e ha fatto esplodere un ordigno in questo posto”. L’Isis (Stato islamico dell’Iraq e del Levante) ha motivato il tutto facendo sapere di aver “giustiziato sette spie che tentavano di far scoppiare delle autobombe”. Non è ancora noto se le due vittime siano affiliati a gruppi rivali o se appartengano alle fazioni pro Assad. L’unica cosa certa sono le barbare foto che hanno riempito le bacheche di Twitter. Un combattente dell’Isis ha postato sul proprio account lo scatto scrivendo: “Abbiamo un nuovo falso Gesù”, al quale ha fatto eco un altro: “Le spie come loro si sono pisciate addosso dalla paura quando li abbiamo legati alla croce”.

L'uomo crocifisso a Raqqua



© Riproduzione Riservata.