BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MERIAM IBRAHIM/ La donna sudanese condannata a morte ha partorito

Pubblicazione:martedì 27 maggio 2014

Meriam e il marito Meriam e il marito

Ha dato alla luce una bambina, Meriam Ibrahim, la donna sudanese condannata a morte da un tribunale islamico per presunta apostasia, aver cioè rinunciato alla religione musulmana per diventare cristiana. Cosa non vera in quanto la donna è stata cresciuta come cristiana, ma per la legge islamica conta solo la religione di appartenenza del padre, un islamico che abbandonò subito la famiglia. Al momento dell'arresto lo scorso febbraio, la donna era incinta del secondo figlio. Il tribunale ha deciso di sospendere la sua esecuzione per impiccagione per due anni dopo la nascita del figlio. Da quando è in carcere Meriam è incatenata in condizioni durassime, ma le è stato concesso di partorire in ospedale, secondo quanto comunicato è in buone condizioni. Il marito e i loro avvocati stanno cercando di ottenere un secondo processo, anche perché la costituzione sudanese prevede la libertà religiosa. Il marito, che ha la cittadinanza americana, ha lamentato il completo disinteresse dell'ambasciata americana in Sudan nei confronti della moglie.



© Riproduzione Riservata.