BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DIARIO RUSSIA/ Mons. Pickel, annunciare il Vangelo ai tedeschi del Volga

Pubblicazione:domenica 1 giugno 2014

Il fiume Volga a Saratov (Russia) (foto Wikipedia) Il fiume Volga a Saratov (Russia) (foto Wikipedia)

Alle mie due domande sull'Ucraina e il papa il vescovo ha risposto e riportando la risposta si può intuire anche cosa avessi domandato, in questo modo: per quanto riguarda la prima domanda, mi ha subito detto che lui è un pastore e non un politico e che ciò che lo ferisce è la situazione umana tragica in cui si trovano tutte le persone in Ucraina. A livello politico ha fatto solo notare che vedere in Putin il capro espiatorio è semplificare completamente e superficialmente la situazione di crisi.

Per quanto riguarda il suo gregge o le persone semplici in Russia il 60% (recente inchiesta) dice che a loro non interessa se in occidente vogliono ricostruire la cortina di ferro: che cosa cambia con ciò per noi?, è la domanda che si pongono.

Sul papa mons. Pickel ha detto che chiederebbe alle persone che lo criticano, per il suo stile pastorale o per le sue decisioni ecclesiali, quale siano le loro priorità nel giudizio ecclesiale e se non si nasconda in questi giudizi critici, che molti si sentono di dover esprimere, una forma nascosta o meno di arroganza. La fede cattolica non dipende da un papa e dal suo stile. I dogma definiscono la fede. Per quanto riguarda il suo stile egli lo guarda con simpatia, anche se forse come tedesco che agisce in Russia ad alcune cose deve abituarsi.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.