BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CINA/ Cristiani picchiati a sangue: difendevano la croce della loro chiesa

Pubblicazione:venerdì 13 giugno 2014

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Continua l'opera di distruzione di edifici e simboli religiosi nella provincia dello Zhejiang in Cina. Come riportato dal sussidiario.net, le autorità hanno già distrutto 64 tra chiese e croci, per il semplice motivo che ce ne sarebbero troppe, in una provincia dove la presenza dei cristiani diventa sempre più numerosa. Adesso l'ultimo episodio, purtroppo cruento. I fedeli di un villaggio vicino alla capitale di Wenzhou hanno cercato di impedire che la polizia distruggesse la croce della loro chiesa, e le forze dell'ordine hanno reagito caricandoli e picchiandoli violentemente, ma alla fine si sarebbero ritirati. E' successo lo scorso 11 giugno a Guangtou dove circa duecento cristiani dopo aver ricevuto l'avviso che la croce sarebbe stata rimossa si sono messi a guardia dell'edificio giorno e notte. Quindi la mattina dell'11 giugno le forze dell'ordine sono arrivate e i fedeli hanno difeso con i loro corpi l'edificio, venendo picchiati a sangue. Poi la polizia ha desistito ma adesso si teme che possano tornare più numerosi di prima. La chiesa è stata costruita nel 2006 con tutti i permessi necessari da parte delle autorità, mentre la campagna di distruzione è giustificata con la presunta illegalità degli edifici religiosi. 



© Riproduzione Riservata.