BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IRAQ/ La "doppia politica" di Obama mette nei guai l'Europa

Barack Obama (Infophoto) Barack Obama (Infophoto)

Insomma, ci sono buone possibilità che Obama se ne lavi le mani anche se retoricamente darà l'impressione di far qualcosa. D'altra parte, gli americani potrebbero anche vedere nell'intervento dell'Iran in Iraq un modo per riaccreditare la sua potenza regionale, utile anche nei negoziati in corso, e bilanciare quelle petromonarchie sunnite che ormai sono diventate un imbarazzo costante per gli Usa.

Una cosa è certa. Il vaso di Pandora mediorientale si è aperto e i mostri che ne usciranno li vedremo per molti anni a venire. I danni all'Europa ci sono e continueranno ad esserci. Non sarebbe il caso che tutti i paesi europei smettessero di giocare sulla giostra incantata di Rond Point Schuman e cominciassero ad affrontare i problemi del mondo reale? Ad esempio una politica di potenza nazionale e comune attorno ad un comune servizio di intelligence, e una nuova e sensata politica energetica? 

© Riproduzione Riservata.