BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

60 RAGAZZE RAPITE/ Padre Zerai (Nigeria): Boko Haram odia i cristiani perché educano

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

Non possiamo attendere l'intervento occidentale, l'Africa deve imparare a reagire ed essere in grado di difendere il suo territorio.

 

Boko Haram è legato ad Al Qaeda. In queste ultime settimane stiamo assistendo a una vera e propria offensiva fondamentalista che dall'Iraq attraverso il Medio Oriente arriva fino in Nigeria. E' possibile fermare tutto questo?

Tornando a quello che diceva lei, a un intervento occidentale, ecco cosa dovrebbe e potrebbe fare l'occidente: colpire i finanziatori, coloro i quali sono dietro a queste organizzazioni che usano la religione per interessi politici. Questo può fare l'occidente che ha forti legami e interessi economici in tutto il mondo paesi arabi compresi.

 

Le principali vittime sono i cristiani, che in Nigeria e non solo muoiono ogni giorno per colpa di questo fanatismo.

Sì. Lo ha detto recentemente lo stesso Papa che il numero dei martiri cristiani di questi ultimi anni è ancora più alto dei martiri dei primi secoli del cristianesimo. Sono presi di mira i cristiani perché c'è un gioco di potere, ci si vuole appropriare dei loro territori e delle loro risorse, in Nigeria come in Medio Oriente. Dietro questi gruppi ci sono dei finanziatori precisi che li spingono e li sostengono. La comunità internazionale deve colpire le risorse a cui attingono questi criminali. Non sono gruppi religiosi, sono criminali che usano la religione per i loro interessi.

 

Cosa può nascere dal martirio di questi cristiani?

Spero che il martirio dei cristiani possa servire a impegnarsi per la pace, il bene e la riconciliazione della popolazione. Oggi vediamo invece in Nigeria, in Centroafrica, in parte del Congo un odio crescente tra cristiani e musulmani, quando invece il vero problema è un altro, ovvero chi usa la religione per seminare odio. Io spero che il sangue di questi martiri aiuti l'Africa a convertirsi e possa favorire, una volta per sempre, la riconciliazione di questi popoli.


(Paolo Vites) 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.