BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FACEBOOK/ Blasfemia contro l'Islam: cristiano copto condannato a sei anni di carcere

Condannato a sei anni di carcere da un tribunale di Luxor per blasfemia nei confronti dell’islam commessa in parte su Facebook. E’ accaduto a Kerolos Ghattas, copto egiziano di trent’anni 

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Condannato a sei anni di carcere per blasfemia nei confronti dell’islam commessa in parte su Facebook. E’ accaduto a Kerolos Ghattas, copto egiziano di trent'anni che è stato riconosciuto colpevole da un tribunale correzionale nel governatorato di Luxor, nel sud dell'Egitto: parte della condanna, riferiscono i media locali, riguarda la pubblicazione sul noto social network di vignette ritenute offensive nei confronti dell'Islam e del profeta Maometto. A seguito dell’arresto di Ghattas, avvenuto nel mese di maggio dopo la denuncia di alcuni giovani che avevano visto i post contro l'islam pubblicati su Facebook, si erano verificati diversi scontri nel suo villaggio, dove un gruppo di uomini aveva lanciato bombe molotov contro alcuni negozi di proprietà di cristiani. La corte di Armant, località dell'Egitto a circa dieci chilometri a sud di Luxor, ha condannato il cristiano egiziano a pagare anche due ammende pari a circa dieci volte il salario minimo. I suoi avvocati possono adesso ricorrere in appello contro la sentenza.

© Riproduzione Riservata.