BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RAGAZZA FOLGORATA/ Caricabatterie difettoso, giovane madre uccisa dalla scossa

Pubblicazione:

Immagine d'archivio  Immagine d'archivio

Una donna australiana di ventotto anni, madre di due bambini, è morta folgorata dal caricabatterie del cellulare collegato alla presa elettrica. Il corpo ormai senza vita di Sheryl Aldeguer, questo il nome della giovane vittima, è stato trovato nella sua abitazione a Gosford, nel Nuovo Galles del Sud a circa 80 chilometri da Sydney, e presentava bruciature sul petto e sulle orecchie. Sembra che la scossa sia arrivata dagli auricolari che indossava mentre il telefono era in carica. Le autorità australiane hanno fatto sapere che il connettore Usb che collegava il cellulare della donna alla presa elettrica non aveva il il materiale d'isolamento e dunque non rispettava gli standard di sicurezza. "Tutto fa pensare che questo connettore abbia qualcosa a che fare con la scossa", ha confermato Rod Stowe, a capo del Dipartimento a difesa dei consumatori del Nuovo Galles del Sud. Mentre le indagini proseguono, il Sydney Morning Herald ha fatto sapere che la polizia ha individuato il negozio dove sono stati venduti i dispositivi difettosi, tutti sequestrati. Il rivenditore rischia adesso fino a due anni di carcere. "I consumatori dovrebbero girare al largo dai negozi di elettronica che vendono accessori non originali – ha spiegato ancora Stowe, le cui parole sono riportate dal Corriere della Sera - Questi dispositivi, spesso venduti per pochi dollari, rappresentano un serio rischio di scosse elettriche o di incendio".



© Riproduzione Riservata.