BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RAGAZZI UCCISI/ Chi ha detto che è stata Hamas?

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Attenzione, perché noi adesso ragioniamo in base a quello che ci dice il governo israeliano. Non c'è al momento alcun tipo di prova che i vertici di Hamas abbiano deciso una cosa del genere. Ci è stato detto che è colpevole una cellula particolare di Hamas, ma è giusto ragionare e precisare che noi giudichiamo partendo dalle osservazioni del governo israeliano.

 

Invece? 

La realtà palestinese è una realtà complessa. In quella stessa zona dove i tre ragazzi sono stati rapiti e uccisi erano accaduti molti altri episodi in questi ultimi anni anche estremamente violenti, ad esempio una sparatoria a un incrocio con sei morti. Nulla ci è stato detto in questi anni sulle responsabilità, se non parlare di genericamente di cellule senza specificare che fossero o no di Hamas.

 

Dunque il problema di tutta questa situazione qual è?

C'è una linea generale che Hamas aveva, quella di restituire alla autorità nazionale palestinese l'autorità su Gaza ed entrare nel governo di unità nazionale, attuando alcune scelte politiche di carattere federale. Poi c'è stato questo episodio che poteva essere trattato come efferata violenza mentre i governanti israeliani lo considerano una strategia di violenza studiata a tavolino da Hamas. Questa è la differenza che c'è tra gestire la cosa in un modo o in un altro.

 

Cosa dobbiamo aspettarci nelle prossime ore? Il governo israeliano si pronuncerà solo dopo la scadenza del lutto ebraico.

Dobbiamo aspettarci una serie di opzioni come la deportazione di massa dei militanti simpatizzanti di Hamas ricordando che durante questo rapimento ne sono già stati arrestati quattrocento, oppure un attacco a Gaza. In questo caso ci sarebbe da tenere conto della reazione internazionale, ovviamente. Ma c'è anche un terzo elemento.

 

Quale?

Potrebbe essere la messa fuorilegge del movimento islamico che esiste in Israele. Questo sarebbe interessante, perché dimostrerebbe che qualcuno ha in mente di andare contro gli arabi israeliani, ad esempio certe formazioni che sostengono Netanyahu e anche il partito di Lieberman, che chiede da tempo proprio questo. Cioè far sì che il milione e mezzo di arabi che vivono in Israele vengano cacciati.



(Paolo Vites) 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.