BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IRAQ/ Warduni (vescovo): a noi cristiani resta solo il grido di Cristo sulla croce

Cristiani cattolici in Iraq (Infophoto) Cristiani cattolici in Iraq (Infophoto)

Ma noi non chiediamo solo aiuti materiali come cibo e altro. Noi chiediamo i nostri diritti umani. Chiediamo se in questo mondo i diritti umani esistono ancora o no. Chi ha questi diritti umani? Perché a noi cristiani vengono negati? Che cosa è diventato il mondo? E' solo homo homini lupus (l'uomo è un lupo per l'uomo, ndr)? No è peggio: oggi è homo homini leo! I diritti sono solo per i potenti, sono solo per chi non ha Dio, per chi non è credente? Oppure lo sono anche per i cristiani? Ecco cosa chiediamo.

 

Che cosa sarà dei cristiani in una terra come questa?

Specialmente qui a Mosul, i cristiani si chiedono se ormai il male ha vinto sul bene, si chiedono se ha diritto a vivere solo chi ha le armi. Si chiedono se sono condannati solo a soffrire. Certo, Gesù ci ha dato l'esempio soffrendo per tutti noi, ma noi siamo uomini, la nostra forza non è così grande per sopportare tutto questo. Il Signore deve aiutarci. Oggi è come quando Gesù ha gridato "Dio, mio perché mi hai abbandonato"? Noi gridiamo tutti: Dio nostro non abbandonarci.


(Paolo Vites) 

© Riproduzione Riservata.