BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

AEREO ABBATTUTO/ Video, Obama: Putin non ostacoli le indagini

"Il nostro focus immediato è recuperare i corpi di chi è andato perso, indagare e essere certi che la verità venga fuori”. Lo ha detto Barack Obama parlando dalla Casa Bianca.

foto: Infophoto foto: Infophoto

"Il nostro focus immediato è recuperare i corpi di chi è andato perso, indagare ed essere certi che la verità venga fuori". Così il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, intervenuto poco fa dalla Casa Bianca per commentare la tragedia di giovedì scorso che ha visto la morte dei 298 passeggeri che si trovavano a bordo dell’aereo della Malaysia Airlines abbattuto da un missile in Ucraina. "I ribelli filorussi continuano a ostacolare le indagini. Stanno rimuovendo - ha spiegato Obama - le prove dal luogo. Che cosa devono nascondere?". "Putin - ha continuato il presidente Usa - ha la diretta responsabilità di assicurare che le indagini possano proseguire". Il discorso di Obama arriva dopo quello pronunciato dal premier britannico David Cameron, il quale ha riferito che il volo MH17 sarebbe stato abbattuto da un missile SA11 appartenente ai separatisti in Ucraina. Dalla Russia arriva la spiegazione per mezzo del ministro della Difesa, il quale ha spiegato che i radar avrebbero visto un secondo aereo vicino a quello abbattuto prima della tragedia. Le immagini satellitari mostrerebbero che Kiev avrebbe spostato nell’area incriminata sistemi missilistici prima dell’incidente. La Russia si è messa comunque a disposizione per fornire tutte le informazioni alle autorità europee. Il discorso del presidente ha riguardato anche il “cessate il fuoco” sulla guerra tra israeliani e palestinesi.  "Israele ha il diritto di difendersi, ma siamo preoccupati per la situazione dei civili a Gaza. Kerry sta andando in Medio Oriente", ha detto Obama, che ha aggiunto: "Non vogliamo più vedere civili uccisi. (Serena Marotta)

© Riproduzione Riservata.