BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INFIBULAZIONE/ Il Califfo la rende obbligatoria (e forzata) per donne e bambine

Pubblicazione:mercoledì 23 luglio 2014

foto: Infophoto foto: Infophoto

INFIBULAZIONE: IL CALIFFO LA RENDE OBBLIGATORIA - Infibulazione per tutte le donne delle regioni dello Stato islamico. "Per proteggere lo Stato islamico in Iraq e nel Levante e nel timore che il peccato e il vizio si propaghino tra gli uomini e le donne nella nostra società islamica, il nostro signore e principe dei fedeli Abu Bakr Al Baghdadi ha deciso che in tutte le regioni dello Stato islamico le donne debbano essere cucite". Così si afferma in un decreto che porta la data del 21 luglio, di cui non è attestata la veridicità, e che prevede l’infibulazione per le donne dello Stato islamico, che comprende il territorio da Aleppo, inSiria, fino a Mosul, in Iraq. Il decreto sarebbe stato promulgato dall’autoproclamato califfo dell’Isis, Abu Bakr Al Baghdadi. Il decreto porta le insegne dello Stato islamico di Aleppo, nella regione di Azaz. Il testo riporta numerosi errori tipografici e si basa su detti che vengono attribuiti al Profeta Maometto. Non si tratta del primo comunicato che riguarda le donne islamiche. C’è infatti quello che impone il “Jihad del sesso”, ovvero quello di concedere le giovani vergini della propria famiglia ai jihadisti e poi l’altro che afferma la segregazione dei sessi nelle università. Secondo alcune fonti, già diverse decine di donne molto giovani hanno subito la mutilazione genitale per ordine del califfo al-Baghdadi (Serena Marotta).



© Riproduzione Riservata.