BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

AEREO SCOMPARSO/ Il relitto individuato in Mali, l'Eliseo: è disintegrato, nessun sopravvissuto

E’ stato localizzato il relitto dell’aereo della Air Algerie precipitato ieri mentre volava dal Burkina Faso ad Algeri. L’Eliseo ha fatto sapere che il velivolo è "disintegrato".

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

E’ stato localizzato il relitto dell’aereo della Air Algerie precipitato ieri mentre volava dal Burkina Faso ad Algeri. L’Eliseo, dopo aver fatto alzare in volo due caccia per rintracciare l’Airbus scomparso, ha fatto sapere che il velivolo è "disintegrato" e che i resti si trovano nella regione di Gossi, nel nord del Mali. Il presidente francese Hollande ha anche annunciato, come già si poteva immaginare, che non ci sono sopravvissuti tra le 116 persone che erano a bordo al momento dell’incidente. "L’apparecchio è stato chiaramente identificato - ha reso noto la presidenza della Repubblica francese - Una divisione militare francese è stata inviata sul posto per mettere in sicurezza il sito e raccogliere i primi elementi d’indagine". Per quanto riguarda le cause, le condizioni meteorologiche sono al momento "l'ipotesi più probabile". Parigi, ha detto il segretario di Stato francese ai Trasporti, Frèdèric Cuvillier, esclude la possibilità di uno sparo da terra, "altamente improbabile se non impossibile".

I caccia dell'esercito francese fatti alzare in volo per trovare l'aereo della Air Algerie precipitato oggi avrebbero individuato il relitto del volo AH5017 "a metà strada tra Gao e Kidal, in una zona desertica di accesso molto difficile". E' quanto si legge sul sito internet dell'aeroporto di Ouagadougou, da dove l'aereo è partito all’1.17 del mattino. E' stata invece smentita la notizia, inizialmente riportata sullo stesso sito, che sull'aereo ci fosse anche Mariela Castro, la figlia del presidente cubano Raul Castro e nipote di Fidel: "Sono viva, felice ed in salute", ha dichiarato la donna che si trova all'Avana per partecipare a un incontro con collaboratori del Centro Nazionale di Educazione Sessuale.

Dopo ore di apprensione, è arrivata la conferma. L’aereo della Air Algerie partito da Ouagadougou, capitale del Burkina Faso, si è schiantato in località ignota circa 50 minuti dopo il decollo. Lo ha comunicato la compagnia aerea, dopo che i media algerini avevano fatto sapere che il velivolo, un Airbus 320 con 116 persone a bordo, era precipitato probabilmente in Niger. Secondo quanto riportato da Le Figaro, due caccia francesi di base in Africa stanno sorvolando la zona in cerca dei resti. Sembra che a bordo non ci fossero italiani: dei 110 passeggeri (le altre 6 persone sono membri dell’equipaggio, tutti spagnoli), 51 sono di nazionalità francese, 26 sono cittadini del Burkina Faso e 7 sono algerini.

Non c’è ancora traccia dell’aereo della Air Algerie decollato questa notte da Ouagadougou, capitale del Burkina Faso, e diretto ad Algeri. L’airbus 320 (volo AH 5017) con 116 persone a bordo, 110 passeggeri e sei membri dell'equipaggio, era partito all’1.17 del mattino e sarebbe dovuto arrivare ad Algeri alle 5.10, ora locale, ma non ha mai raggiunto la destinazione. I radar hanno perso ogni contatto con il velivolo dopo un cambio di rotta chiesto all'equipaggio a causa di una cattiva visibilità e per evitare un rischio di collisione con un altro aereo che assicurava il collegamento Algeri-Bamako. Sembra che ogni comunicazione con l’aereo si sia interrotta proprio mentre questo sorvolava il Mali, dove sono in corso combattimenti tra l'esercito e i ribelli jihadisti. Si teme dunque un nuovo disastro aereo, con i media algerini che parlano di volo precipitato in Niger, appena pochi giorni dopo la tragedia del Boeing della Malaysia Airlines che è stato abbattuto nell'est dell'Ucraina. Nella giornata di ieri, invece, un aereo della TransAsia Airways si è schiantato in fase di atterraggio sull’isola di Penghu, al largo della costa occidentale di Taiwan, provocando la morte di 47 persone.

© Riproduzione Riservata.