BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GAZA/ Micalessin: ecco perché è fallito il "cessate il fuoco" tra Hamas e Israele

Pubblicazione:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto

Hamas per la prima volta nella storia della rivolta palestinese dai tempi degli anni 70 rappresenta un vero pericolo tattico e strategico per Israele. Per la prima volta i suoi combattenti grazie all'addestramento avuto dagli hezbollah in Iran sono in grado di contrapporsi ai soldati israeliani in campo aperto. Una volta scappavano oggi li affrontano in battaglia.

 

Dunque il problema dei tunnel sotterranei è lungi dall'essere stato risolto?

No, infatti. Hamas è una minaccia strategica per Israele perché i tunnel scavati per infiltrarsi nel territorio e sbarcare all'interno dei kibbutz e nei centri abitati sono una minaccia palese. Nelle scorse settimane gli israeliani sono riusciti a individuare un gruppo di egiziani palestinesi travestiti da soldati israeliani in modo perfetto. Esiste dunque una vera minaccia militare che Israele deve combattere.

 

Che previsioni si possono fare per la conclusione di questo conflitto?

Lo scenario finale a mio avviso sarà una parziale presenza all'interno di Gaza dell'esercito israeliano. Non sarà una occupazione vera e propria ma sarà una permanenza per la prima volta dal 2005 di unità delle forze israeliane decise a controllare le installazioni strategiche della striscia. Dall'altra ci sarà un tentativo di Hamas di continuare a combattere fino all'ultimo missile per non dire di essersi arresi. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.