BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ATTACCO AI CRISTIANI/ Costretti a nascondere la fede in pubblico in Gran Bretagna

L’ex procuratore generale Dominic Grieve in un’intervista al Telegraph ha parlato della fede cristiana: “esiste una forma aggressiva di secolarismo”, che sta spingendo a nascondere la fede

foto: Infophoto foto: Infophoto

L’ex procuratore generale Dominic Grieve in un’intervista al Telegraph ha parlato della fede cristiana: “esiste una forma aggressiva di secolarismo”, che sta spingendo la fede fuori della piazza. È importante, ha avvertito, riconoscere il diritto dei cittadini a manifestare la loro fede e ad esprimerla. Ci sono stati alcuni casi di dipendenti che hanno subito licenziamenti per il semplice fatto che stavano cercando di parlare della loro fede nei luoghi di lavoro. Questo porterà i credenti a essere esclusi dalla società. “La fede cristiana è una forza forte, che è sottovalutata, ha detto Grieve. L’ex procuratore ha commentato una lettera, sottoscritta da 55 personalità pubbliche, che hanno dichiarato: “Siamo una società in gran parte non religiosa”, sostenendo che David Cameron sta promuovendo “alienazione e divisione”, etichettando la Gran Bretagna come un paese cristiano. Un sondaggio, riporta il quotidiano, effettuato ad aprile su 2.000 persone, ha suggerito che ai cristiani è concessa una minore protezione per la loro fede da parte dello Stato rispetto a coloro che praticano altre religioni. (Serena Marotta)   

© Riproduzione Riservata.