BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

EGITTO/ Decapitate quattro persone: accusate di essere agenti del Mossad israeliano

Quattro persone, accusate di essere spie al servizio dei servizi segreti israeliani, sono state decapitate da miliziani jihadisti nella regione del Sinai, ecco cosa è successo

Immagine di archivioImmagine di archivio

Il terrore jihadista valica ormai ogni confine e colpisce anche in Egitto. In un video diffuso da estremisti islamici quattro persone, accusate di essere agenti dei servizi segreti israeliani, vengono decapitate. Da tempo terroristi legati ad Al Qaeda e adesso all'Isis si nascondono nelle regioni del Sinai dove si suppone sia avvenuta anche questa decapitazione. A rivendicare l'esecuzione gli estremisti di Ansar Bayt al-Maqdis una formazione jihadista. Nel video che dura quasi mezz'ora uno dei miliziani dice in modo esplicito: "Dio ci ha consigliato di non essere amici di ebrei e cristiani e chiunque contraddice l’ordine divino sarà come loro. Gli ebrei devono capire che la nazione islamica si è risvegliata, tutti i loro piani e complotti sono noti. Per voi sarà l’inferno". Poi nel video si vede l'esecuzione, le teste dei quattro vengono decapitate. Ma non è finita perché altri jihadisti sono riusciti a prendere prigionieri 40 caschi blu filippini catturati sulle alture del Golan al confine tra Siria e Israele. 

© Riproduzione Riservata.